Wintry Peacock – Pavone invernale | Short Stories. I piccoli capolavori che fanno crescere il tuo inglese.
Lawrence - Wintry Peacock
David H. Lawrence
Wintry Peacock – Pavone invernale
The Rocking-Horse Winner - Il cavallo a dondolo vincente
Anno di pubblicazione: 2010
FORMATI DISPONIBILI
Wintry Peacock – Pavone invernale
Voti: 0, Media: 0.00
CENNI BIOGRAFICI
LA TRAMA

David Herbert Lawrence nasce a Eastwood, presso Nottingham, nel 1885, figlio di un minatore e di una maestra di scuola.
Acquisito a Nottingham il diploma magistrale, comincia a lavorare come maestro, ma nel 1911, a causa di continue polmoniti, deve dimettersi.

Nel 1912 incontra Frieda von Richtofen, appartenente a una delle più ricche e antiche famiglie nobiliari tedesche e nel 1914, ottenuto lei il divorzio dal precedente marito, la sposa.

Nel 1917 viene espulso dall’Inghilterra per il suo pacifismo e per la nazionalità tedesca della moglie, e si dà con lei a una vita errabonda, soggiornando in Italia, Austria e Germania.

Nel 1922 si imbarca per l’India e di lì raggiunge prima l’Australia e poi San Francisco, quindi nel 1923 si stabilisce a Chapala, in Messico.
Nel 1924 elegge con Frieda la sua dimora a Londra, ma continua a viaggiare ininterrottamente, toccando Parigi, di nuovo l’America e di nuovo il Messico.

Si ammala nel frattempo di tubercolosi, e nel 1926 si trasferisce, cercando un clima più consono, prima a Spotorno e poi a Scandicci, presso Firenze.
Ma nel 1928 riprende le sue peregrinazioni, in Svizzera, in Germania e in Costa Azzurra. All’inizio del 1930 le sue condizioni si aggravano, e viene ricoverato nel sanatorio di Vence, dove muore nel marzo dello stesso anno.

In Pavone invernale (1922), David Herbert Lawrence ci cala in una situazione apparentemente intimista: in una landa desolata dell’Inghilterra, in un inverno particolarmente freddo su un territorio tormentato da tempeste di neve, l’io narrante incontra una giovane donna di sua conoscenza che gli chiede di tradurle una lettera in francese ricevuta dal marito.

Il cavallo a dondolo vincente (1926) comincia come una favola e finisce come una tragedia. In mezzo, la vicenda di un bambino che riceve in regalo un bellissimo cavallo a dondolo che si dimostrerà in grado di prevedere i vincenti delle varie corse di cavalli.

Sono due racconti, a ben vedere, abbastanza atipici rispetto ai temi privilegiati della produzione di Lawrence, che vede in genere nella narrativa l’alveo espressivo naturale di tutto ciò che concerne la vita e l’esperienza, ivi inclusi sommovimenti interiori, sensazioni, esaltazioni e depressioni.

Il tutto, sembrerebbe, senza un ordine o architettura precostituiti, bensì disposto quasi istintivamente, secondo ritmi interiori continuamente cangianti.

“Malabar è arrivato davvero primo, una vittoria netta. Ho fatto come mi ha detto. Lei ha vinto più di settantamila sterline, sa. Adesso ne ha più di ottantamila. Malabar ce l’ha fatta sul serio, signorino Paul.”

“Malabar came in first all right, a clean win. I did as you told me. You’ve made over seventy thousand pounds, you have; you’ve got over eighty thousand. Malabar came in all right, Master Paul.”

ASCOLTA L'AUDIO

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l'ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

I commenti sono chiusi.