Upstream – Controcorrente | Short Stories. I piccoli capolavori che fanno crescere il tuo inglese.
Julian Barnes: Upstream
Julian Barnes
Upstream – Controcorrente
Anno di pubblicazione: 2008
FORMATI DISPONIBILI
Upstream – Controcorrente
Voti: 6, Media: 3.83
CENNI BIOGRAFICI
LA TRAMA

Julian Barnes è nato a Leicester nel 1946. Dopo aver studiato alla City of London School, si è laureato a Oxford in lingue moderne nel 1968.
Dopo la laurea si è trasferito a Londra, dove ha lavorato per tre anni come lessicografo per gli aggiornamenti dell’Oxford English Dictionary.

Giornalista per la New Review, il New Statesman e il Sunday Times, è stato anche critico televisivo per The Observer.
Dal 1986 si è dedicato a tempo pieno alla sua attività di scrittore.

In Controcorrente ci imbattiamo in un attore di Hollywood che con un deuteragonista e un regista infatuato del cinema-verità si ritrova nella giungla amazzonica per girare un film su due gesuiti che duecento anni prima avevano tentato di evangelizzare un tribù di indigeni.

Il regista vuole usare per il film quella stessa tribù, ma male gliene incoglierà, poiché i figuranti faranno fare agli attori la stessa fine dei gesuiti di un tempo, proprio per la loro incapacità di distinguere tra finzione e realtà.

Il racconto, però, è costruito in forma epistolare, con le lettere che l’attore Charlie spedisce dalla giungla alla sua compagna Pippa, lettere via via sempre più preoccupate per il perdurante silenzio della destinataria, alla quale invece egli è ansioso di comunicare le scoperte esistenziali fatte durante il difficoltoso soggiorno, e soprattutto di conoscere le sue risposte.

Finirà in una catastrofe sentimentale, come a ricordare che la storia del mondo vale fino a un certo punto, perché ciò che in fondo interessa agli individui, per quanto schiacciati da quella stessa storia, è sempre e soltanto l’amore. Magari non ce l’aspettavamo, ma lui è così.

“Gesù Pippa. Gesù. Non ho potuto completare quell’ultima mia lettera. Ghiotte notiziole su questi giorni di ripresa. Non potevo continuare, non dopo quello che è successo. Però sto bene. Davvero, sto d’incanto”

“Jesus Pippa. Jesus. I just couldn’t go on with that last letter. Jolly bits of news from each day’s shooting. Couldn’t go on with it, not after what happened. But I’m fine. Really I’m fine.”

ASCOLTA L'AUDIO

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l'ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

I commenti sono chiusi.