The Other Two + Xingu | Short Stories. I piccoli capolavori che fanno crescere il tuo inglese.
450px_Short_Stories_14
Edith Wharton
The Other Two + Xingu
Gli altri due + Xingu
Anno di pubblicazione: 2016
FORMATI DISPONIBILI
The Other Two + Xingu
Voti: 0, Media: 0.00
CENNI BIOGRAFICI
LA TRAMA

Edith Newbold Jones nasce a New York nel 1862, da una famiglia di altissima borghesia. Studia privatamente e nel 1885 sposa il banchiere Edward Wharton, che pochi anni dopo manifesta gravi disturbi mentali.

Nel 1908 lascia gli Stati Uniti e si trasferisce a Parigi, da cui non tornerà più indietro.
Nel 1913 divorzia dal marito, ma mantiene per l’attività letteraria il suo cognome.

Diviene amica di Henry James, André Gide e Bernard Berenson, frequentando intensamente la società intellettuale europea.

Durante la prima guerra mondiale si fa promotrice di molte iniziative umanitarie, che le valgono nel 1916 La Legion d’Onore da parte del governo francese.
Muore a Saint-Brice-sous-Forêt nel 1937.

The Other Two

Gli altri due è un racconto che Edith Wharton scrisse nel 1904, quando la sua fuga dagli Stati Uniti non era ancora compiuta, ma forse solo progettata.

Di lì a poco, infatti, avrebbe abbandonato sia la sua principesca dimora in patria sia il marito banchiere psicolabile, per approdare a Parigi e viverci stabilmente per il resto della sua esistenza.

Nata a Newbold Jones, e dunque appartenente all’altissima borghesia newyorkese, l’autrice si era sempre confrontata nella sua produzione con la sua classe d’origine.
Alice Waythorn, protagonista di Gli altri due, non somiglia per nulla alla sua creatrice.

Approdata nell’alta società newyorkese attraverso due matrimoni falliti, e con una figlia avuta dal primo, sposa in terze nozze un ricchissimo avvocato d’affari, Mr. Waythorn appunto, che la accoglie con la figlia Lily.

A un certo punto, però, Lily si ammala e il legittimo padre, Mr. Haskett,  chiede di poterla vedere in casa di Waythorn che, nel frattempo, entra in rapporti d’affari con Gus Varick, secondo marito di Alice.
Un giorno, tornando a casa, Alice trova lo strano trio riunito: Waythorn, Haskett e Varick…

“Una sentenza di divorzio a New York è di per sé una garanzia di virtù e con la semivedovanza di quella sua seconda separazione Mrs Varick assunse un’aria da santa e poté confidare i torti subiti ad alcune tra le più scrupolose orecchie della città. ”

“A New York divorce is in itself a diploma of virtue, and in the semi-widowhood of this second separation Mrs Varick took on an air of sanctity, and was allowed to confide her wrongs to some of the most scrupulous ears in town. ”

Xingu

Xingu, il racconto qui proposto, è datato 1916, e costituisce uno dei vertici della “cattiveria” della scrittrice.

La buona società ivi raffigurata non è quella di New York, bensì quella di Hillbridge, piccola e ricca cittadina i cui maggiorenti scimmiottano gli usi e costumi della vicina grande città.
E allora un gruppo di signore e signorine appassionate di cultura fondano un club, il Lunch Club, destinato ad alati dibattiti su quello che loro ritengono essere il Pensiero di Oggi.

L’unica particella stramba del gruppo è Mrs. Roby, che tornata a Hillbridge dopo un lungo soggiorno in un paese esotico, a differenza di tutte le altre, dichiara candidamente di non aver letto quasi nessuno dei libri di cui si parla, e spesso se ne esce con affermazioni che urtano profondamente il rigido bon ton delle signore.
Finché un giorno Mrs. Roby chiederà loro cosa pensino di Xingu…

“«Oh, certo» replicò graziosamente Mrs Roby; «ma poiché ci avete mostrato – e con quale naturalezza! – che non vi preme di parlare delle vostre cose, non possiamo proprio dispensarvi dal dirci ciò che pensate esattamente di Xingu…».”

“«Oh, of course,» Mrs Roby said prettily; «but as you have shown us that – so very naturally! – you don’t care to talk of your own things, we really can’t let you off from telling us exactly what you think about Xingu…».”

 

ASCOLTA L'AUDIO

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l'ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

I commenti sono chiusi.