The Man who would be King – L’uomo che volle farsi Re | Short Stories. I piccoli capolavori che fanno crescere il tuo inglese.
Rudyard Kipling: The man who would be King
Rudyard Kipling
The Man who would be King – L’uomo che volle farsi Re
Anno di pubblicazione: 2009
FORMATI DISPONIBILI
The Man who would be King – L’uomo che volle farsi Re
Voti: 2, Media: 3.00
CENNI BIOGRAFICI
LA TRAMA

Rudyard Kipling nasce nel 1865 a Bombay, in India, dove il padre, londinese, insegnava scultura architettonica presso la locale Scuola d’Arte.

Nel 1871 viene messo in collegio a Londra, e nel 1878 viene iscritto allo United Service College di Westward Ho, nel Devon.
Nel 1882 torna in India per raggiungere la famiglia, nel frattempo trasferitasi a Lahore, dove il padre era diventato conservatore del museo.

Resta a Lahore fino al 1889, lavorando come giornalista, quindi torna a Londra, vivendo con la moglie fra l’Inghilterra e gli Stati Uniti. Compie molti viaggi in paesi lontani, con frequenti ritorni in India.
Nel 1907 viene insignito del premio Nobel per la letteratura.

Negli ultimi anni di vita si trasferisce a Montecarlo. Muore a Londra nel 1936.

L’uomo che volle farsi re, il racconto qui proposto, fu pubblicato nel 1888, anno felicissimo per la produzione letteraria di Kipling. E rappresenta al meglio, benché sia in fondo un racconto a chiave sulla massoneria, quanto appena detto.

L’io narrante, un giornalista diretto verso l’interno dell’India, incontra in treno uno strano vagabondo inglese, che lo prega di recapitare un messaggio a un suo amico, invocando la comune appartenenza alla massoneria.

Il giornalista esegue la missione e qualche tempo dopo si vede capitare in redazione i due, di nome Peachy Carnehan e Daniel Dravot, che lo informano del loro progetto di diventare sovrani del Kafiristan, una remota regione ai confini con l’Afghanistan, e gli chiedono di fornir loro tutte le notizie in materia a sua disposizione.

Il giorno dopo li incontra di nuovo in un coloratissimo caravanserraglio, l’uno che finge di essere un prete pazzo e l’altro il suo servitore, mentre cercano una carovana cui aggregarsi.

“Perciò, stando così le cose, la faremo finita e ce ne andremo da qualche altra parte dove non si stia stipati e dove uno possa ottenere ciò che gli è dovuto.Non siamo uomini da poco e non abbiamo paura di nulla tranne che del bere e per questo abbiamo firmato un Contratto. Perciò ce ne andiamo, per diventare re.”

“Therefore, such as it is, we will let it alone, and go away to some other place where a man isn’t crowded and can come to his own. We are not little men, and there is nothing that we are afraid of except Drink, and we have signed a Contrack on that. Therefore, we are going away to be Kings.”

ASCOLTA L'AUDIO

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l'ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

I commenti sono chiusi.