The Bottle Imp – Il diavolo nella bottiglia | Short Stories. I piccoli capolavori che fanno crescere il tuo inglese.
Robert L. Stevenson: The Bottle Imp
Robert L. Stevenson
The Bottle Imp – Il diavolo nella bottiglia
Anno di pubblicazione: 2008
FORMATI DISPONIBILI
The Bottle Imp – Il diavolo nella bottiglia
Voti: 3, Media: 5.00
CENNI BIOGRAFICI
LA TRAMA

Robert Louis Stevenson nasce a Edimburgo nel 1850.
Dopo una giovinezza ribelle, segnata da profondi conflitti col padre e con la borghesia puritana del suo ambiente, compie studi di legge e diviene avvocato, senza peraltro mai esercitare la professione.

Malato di tubercolosi e mosso da una spiccata propensione all’avventura, viaggia molto in Europa e in America.
Qui nel 1879 sposa una donna divorziata madre di due figli, insieme alla quale continua a fare una vita errabonda, collaborando a vari periodici inglesi e americani con racconti, note di viaggio, saggi.

Nel 1888 parte per una lunga crociera nel Pacifico e dal 1891 si stabilisce nelle isole Samoa, molto amato e rispettato dagli indigeni che lo chiamavano Tusitala (“narratore di storie”).
Muore a Upolu, nelle Samoa, nel 1894.

 

Il diavolo nella bottiglia di Robert Louis Stevenson è una favola, né più né meno.
Accolto in Nei Mari del Sud, volume uscito postumo nel 1896, di quei mari non dà che un’idea lontana, al massimo un tocco di colore nella rappresentazione dei personaggi.

Come nelle favole, appunto, i fondali appaiono fissi, e cambiano, restando poi altrettanto fissi, solo se si cambia scena.
E come nelle favole fra quei fondali si muovono personaggi unidimensionali, solo attenti a perseguire il proprio scopo o svolgere la propria missione, senza ambagi psicologiche o lacerazioni interne.

Anche i tempi sono quelli sghembi del fiabesco, con case meravigliose che si costruiscono in pochissimo tempo, matrimoni decisi e stabiliti al primo sguardo, e via dicendo.
Ma soprattutto c’è lui, l’essere sovrannaturale chiuso in una strana bottiglia che, proprio come il Genio della lampada, può esaudire qualsiasi desiderio di chi ne è in possesso.

Il problema però è che quell’essere è il diavolo in persona e che quindi chi morirà essendo proprietario della bottiglia andrà certamente incontro alla dannazione eterna.
Occorre insomma sfruttare al più presto i suoi poteri e poi liberarsene, rivendendola però a un prezzo obbligatoriamente inferiore a quello d’acquisto, altrimenti la bottiglia fugge via dal compratore e torna a piazzarsi docile sotto il braccio del vecchio proprietario.

Quando il satanico recipiente finisce nelle mani del protagonista Keawe, un povero marinaio hawaiano che tira faticosamente la carretta, il suo prezzo è già molto basso.
Lui ne approfitta subito per coronare il suo sogno di possedere una casa bellissima, e se ne disfa immediatamente.

In più incontra Kokua, ed è amore a prima vista.
Il povero Keawe è insomma all’apice della felicità, quando scopre da un inequivocabile segno sulla pelle di aver contratto la lebbra.
Ovviamente non può rassegnarsi a veder andare in fumo tutti i suoi sogni d’amore e di ricchezza, e si rimette sulle tracce della bottiglia, ma quando la trova il prezzo è così basso, da rischiare di doversela tenere per sempre.

Accetta comunque il pericolo della dannazione, guarisce dalla lebbra e inizia con Kokua una serie di peripezie anche valutarie, alla ricerca di posti in cui circolino monete di valore sempre minore, e l’incubo della condanna eterna sempre più vivo e presente.
Finirà bene, come in quasi tutte le favole, e il lettore troverà il suo giusto appagamento.

“…scorse una donna che faceva il bagno sulla riva del mare; sembrava una ragazza di belle forme, ma egli non ci pensò più. Poi vide la sua sottoveste bianca ondeggiare mentre la indossava e poi il suo holoku rosso…”

“…looking far ahead, he was aware of a woman bathing in the edge of the sea; and she seemed a well-grown girl, but he thought no more of it. Then he saw her white shift flutter as she put it on, and then her red holoku…”

ASCOLTA L'AUDIO

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l'ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

2 Commenti a The Bottle Imp – Il diavolo nella bottiglia

  1. Anna Paola

    Buongiorno, Grazie mille queta iniziativa è fantastica, ma come si può fare per scaricare l’audiobooks nel lettore mp3?
    sarebbe bellissimo poter andare a lavoro e sentire oltre che leggere il libro.
    grazie inifnite
    Anna

    • UserShort

      Gentile Anna,

      grazie per i complimenti.

      Gli audiobooks delle Short Stories 2012 sono disponibili sia in lingua inglese che in italiano.

      La versione inglese è disponibile in mp3 (anche per le versioni precedenti) direttamente sul sito, dove potrai scaricarla o ascoltarla con l’apposito player.

      La versione in italiano è disponibile in mp3 per chi acquista i volumi delle short stories, attraverso QR code nella versione cartacea e attraverso un collegamento nella versione ebook. Per saperne di più, puoi consultare le ultime due FAQ: http://short-stories.it/faq/

      A presto