Gallegher: A Newspaper Story – Gallegher: una storia di giornale | Short Stories. I piccoli capolavori che fanno crescere il tuo inglese.
Harding Davis - Gallegher A Newspaper Story
Richard H. Davis
Gallegher: A Newspaper Story – Gallegher: una storia di giornale
Anno di pubblicazione: 2010
FORMATI DISPONIBILI
Gallegher: A Newspaper Story – Gallegher: una storia di giornale
Voti: 1, Media: 5.00
CENNI BIOGRAFICI
LA TRAMA

Richard Harding Davis nasce a Filadelfia, Pennsylvania, nel 1864.
Dopo studi regolari, intraprende nel 1889 la carriera di giornalista presso il Philadelphia Press.

Successivamente lavora  per il New York Herald, per il Times e per lo Scribner’s Magazine. Come corrispondente è a Cuba nel 1898, durante la guerra ispano-americana, e in Sudafrica dal 1899 al 1902, durante la seconda guerra boera.

Per conto di vari giornali compie numerosi viaggi nel mondo, inviando regolarmente molti reportages, poi di volta in volta raccolti in volume.
Si sposa due volte, prima con l’artista Cecil Clark Lewis, e poi con l’attrice Bessie McCoy, dalla quale ha una figlia. Muore a New York nel 1916.

Una storia di giornale, suona il sottotitolo di Gallegher, racconto che Richard Harding Davis pubblicò nel 1899 nel volume Gallegher e altre storie.

L’autore, poco noto in Italia ma molto apprezzato negli Stati Uniti, fece appunto il giornalista per tutta la vita, come cronista, caporedattore, corrispondente di guerra, reporter di viaggi: il giornale era la sua casa, il suo universo di riferimento, la sua sfida.

Gallegher, protagonista del racconto qui presentato, ragazzino di Filadelfia, cresciuto in strada nei quartieri più malfamati della città, anziché imboccare la strada della malavita ha sviluppato un senso tutto suo dell’onestà e insieme un’autentica passione per la cronaca nera, che lo ha condotto ancora adolescente nella redazione del Philadelphia Press come fattorino.

Quando il racconto comincia, tutta l’America è in subbuglio per un omicidio eccellente: Richard Burrbank, ricchissimo e famosissimo avvocato azionista di molte compagnie ferroviarie, era stato trovato morto per due colpi d’arma da fuoco, con la cassaforte aperta e 200.000 dollari in titoli e contanti, ivi depositati la sera prima, spariti.

Era sparito anche il segretario Stephen Hade, ritenuto dalla  polizia il colpevole quasi certo e ricercato invano in tutti gli stati dell’Unione.
Alla ricerca partecipavano attivamente anche i cronisti dei vari giornali, nella speranza di uno scoop sensazionale, e quindi la faccenda non poteva lasciare indifferente il piccolo Gallegher.

“Lo sconosciuto tirò su fino agli orecchi il colletto del cappotto, a schermare la parte inferiore del viso, ma senza poter nascondere negli occhi preoccupati e nelle labbra serrate una certa rassomiglianza con l’assassino Hade.”

“The stranger pulled his coat collar up around his ears, hiding the lower portion  of his face, but not concealing the resemblance in his troubled eyes and close-shut lips to the likenesses of the murderer Hade.”

ASCOLTA L'AUDIO

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l'ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

I commenti sono chiusi.