A Christmas Carol – Canto di Natale Vol. 4 | Short Stories. I piccoli capolavori che fanno crescere il tuo inglese.
Dickens: A Christmas Carol 4
Charles Dickens
A Christmas Carol – Canto di Natale Vol. 4
The Last of the Spirits. The End of it - L'ultimo degli Spiriti. Finale
Anno di pubblicazione: Serie Natale 2010
FORMATI DISPONIBILI
A Christmas Carol – Canto di Natale Vol. 4
Voti: 0, Media: 0.00
CENNI BIOGRAFICI
LA TRAMA

Charles Dickens nasce a Landport, presso Portsmouth, nel 1812, da famiglia impiegatizia.

Dopo qualche anno trascorso nel Kent, nel 1823 si trasferisce con la famiglia a Londra, dove l’anno dopo il padre è imprigionato per debiti.

Moglie e figli lo seguono in carcere, ad eccezione di Charles, che viene mandato dal tribunale a lavorare come operaio in una fabbrica di lucido da scarpe.
Dopo qualche mese il padre viene liberato, e il ragazzo può tornare ai suoi studi forzatamente interrotti.

Dopo una breve esperienza in uno studio legale, nel 1829 diviene stenografo parlamentare e collaboratore di alcuni giornali.

Nel 1834 viene assunto come cronista dal “Morning Chronicle”, e due anni dopo sposa Catherine Hogarth, figlia del direttore del suo giornale, che gli darà dieci figli.

Nel 1842 trascorre con la moglie sei mesi in America, e nel 1847 diviene presidente del Mechanics’ Institute di Londra.

Negli ultimi anni della sua vita si dedica a lunghi tours di letture pubbliche, richiestissime in Inghilterra e negli Stati Uniti. Sofferente di cuore, muore a Londra nel 1870.

La visione delle scene del Natale passato e di quello presente ha già operato un cambiamento nell’animo di Scrooge, però manca ancora l’ultima delle tre apparizioni preannunciate dallo spirito di Jacob Marley.

Ecco allora arrivare un fantasma incappucciato e muto, che si rifiuta di rispondere alle domande di Scrooge e lo conduce attraverso diverse situazioni in cui si parla di un uomo da poco morto in solitudine.

Il fantasma addita a Scrooge il suo ufficio, con un altro al suo posto; il suo ritrovo nella City, senza alcuna traccia della sua presenza; un cadavere col volto coperto, che Scrooge si rifiuta di scoprire; e infine una tomba che versa in stato di incuria, coperta di erbacce, sulla cui lapide spicca il nome di Ebezener Scrooge…

L’ultimo incontro soprannaturale è evidentemente quello con lo spettro del Natale futuro, dal quale il protagonista rifugge spaventato e atterrito. E, quando si sveglia, Scrooge è un altro uomo, pronto a riparare agli infiniti torti da lui inferti all’umanità; felice di scoprire che è ancora Natale, ha la possibilità di mettere subito in pratica gli insegnamenti dei fantasmi, onorando la festa e offrendo il suo sostegno ai meno fortunati.

“Onorerò il Natale nel mio cuore, e cercherò di farlo per tutto l’anno.”

“I will honour Christmas in my heart, and try to keep it all the year.”

ASCOLTA L'AUDIO

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l'ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

I commenti sono chiusi.